Logo BackgroundDecorative Background Logo.

Legge 104: agevolazioni fiscali sul carburante

carburante

La legge 104 (n. 104/1992) prevede diverse agevolazioni in favore dei disabili, introducendo nel nostro ordinamento supporti e benefit fiscali che possano sostenere e rendere più convenienti gli acquisti di prodotti e servizi di cui necessitano. Tra le varie agevolazioni troviamo anche un bonus per il carburante, un particolare beneficio che permette alla persona disabile che si reca presso il distributore di benzina che aderisce a questo tipo di iniziativa di poter effettuare il rifornimento – con l’ausilio del personale della stazione, qualora ne abbia bisogno – pagando però il carburante al prezzo del self-service, che tende generalmente ad essere più conveniente del servito.

Chi può usufruire di questo beneficio

A poter usufruire di questo beneficio sono tutti coloro che sulla base della legge 104 sono qualificabili come invalidi gravi e, come tali, sono impossibilitati a procedere autonomamente al rifornimento della propria auto con il self service disponibile nelle pompe di benzina.

La ratio dell’iniziativa è lodevole. Considerato che molte persone che sono affette da disabilità potrebbero trovarsi in condizioni di difficoltà o impossibilità nel rifornire la propria auto in modo autonomo, è previsto che costoro possano richiedere al personale di servizio di intervenire al proprio posto, usufruendo dei migliori prezzi del self.

Dove è possibile ottenere questo beneficio sull'acquisto di carburante

Il vantaggio legato all’iniziativa self può essere fruito in tutte le stazioni di rifornimento che aderiscono questa iniziativa. Attenzione, dunque, a non pensare che sia automaticamente un’attività agevolativa che si può trovare ovunque: è invece bene controllare che la stagione di servizio aderisca, prima di effettuare il rifornimento.

Si può ad esempio facilmente trovare l’elenco dei distributori aderenti recandosi sul sito dell’Unione Petrolifera e, qui, verificando se un determinato distributore aderisca o meno all’iniziativa Self per tutti.

Agevolazioni disabili legge 104 per acquisto auto

Sempre a proposito di agevolazioni fiscali per disabili per il carburante, si può allargare il discorso compiendo un piccolo riferimento ai benefit previsti per l’acquisto auto.

In particolare, la legge riconosce una detrazione Irpef pari al 19% del costo sostenuto per l’acquisto di mezzi di trasporto, da calcolarsi sulla spesa massima di 18.075,99 euro.

La detrazione spetta una sola volta nel corso di un quadriennio, decorrente dall’a data di acquisto. Si può però riottenere il beneficio per gli acquisti effettuati entro il quadriennio, nel caso in cui il veicolo precedentemente acquistato sia cancellato dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA) perché destinato alla demolizione.

Se invece sono passati quattro anni dalla data di acquisto effettuato con le agevolazioni, allora sarà possibile fruire nuovamente della detrazione per gli acquisti successivi, senza che sia necessario vendere il precedente veicolo.

Un’altra agevolazione fiscale prevista per i disabili che acquistano auto il taglio dell’IVA, che viene applicata al 4% invece che al 22%, sull’acquisto di auto nuove o usate, se hanno cilindrate fino a 2.800 cc se con motore a benzina o ibrido, o 2.800 cc se con motore diesel o ibrido, o di potenza non superiore a 150 kW se con motore elettrico.

Ricordiamo che l’IVA ridotta per l’acquisto di veicoli si applica senza limiti di valore, per una sola volta nel corso di quattro anni, decorrenti dalla data di acquisto.

Si consideri che l’agevolazione dell’IVA ridotta al 4% è prevista anche per l’acquisto del veicolo in leasing, a patto che il contratto di leasing  sia di tipo traslativo, ovvero emerga, dalle clausole contrattuali, la volontà delle parti di trasferire all’utilizzatore la proprietà del veicolo tramite riscatto da esercitarsi al termine della durata della locazione finanziaria.

Tra gli altri benefici, anche l’esenzione dal pagamento del bollo auto per gli stessi veicoli di cui sopra. Maggiori informazioni possono essere conseguiti sul sito dell'Agenzia delle Entrate.