Quotazioni piombo: valori oggi per l’usato

quotazioni piombo

Il piombo è un metallo molto diffuso in tutto il mondo. Tipicamente di colore grigio, è apprezzato per alcune doti fisico-chimiche (è resistente alla corrosione, è duttile e malleabile, si associa bene con altri metalli) e, proprio per questo motivo, ha trovato ampio utilizzo in numerose applicazioni.

A titolo di esempio, e prima di occuparci più nel dettaglio di quali siano le quotazioni del piombo oggi, si può ben rammentare come il piombo sia tradizionalmente fruito in materiali da costruzioni, pigmenti, e tantissime altre fruizioni in ambito industriale, dall’edilizia alle comunicazioni, dal settore bellico a quello delle grandi infrastrutture.

Da cosa dipendono le quotazioni del piombo

Da quanto sopra dovrebbe altresì essere già chiara una cosa. Come tutti i beni che possono essere acquistati sul mercato, anche le quotazioni del piombo dipendono dall’evoluzione della domanda e dell’offerta.

Ne deriva che se la domanda di piombo aumenta, a parità di offerta, i prezzi subiranno un incremento. Di contro, se la domanda di piombo diminuisce, o rimane piatta a fronte di una crescita dell’offerta, i prezzi tenderanno a scendere.

Si spiega così il perché nel corso degli anni il prezzo del piombo sia aumentato: la crescita della produzione in molti settori industriali che facevano largo utilizzo di questo materiale ha infatti contribuito a trainare in aumento la sua domanda e, di conseguenza, i prezzi di mercato.

A questo punto, al fine di prevedere i prezzi del piombo, si può anche cercare di comprendere quali potrebbero essere le evoluzioni della domanda. In tal senso, alcune delle principali determinanti che potrebbero impattare sulle quotazioni del metallo sono:

  • Domanda industriale: alcune grandi economie globali, come la Cina, utilizzano buona parte delle forniture globali di piombo, divenendo le principali locomotive del prezzo del metallo. Le previsioni sull’andamento di tali economie può dunque fornire una chiara indicazione di come si evolverà la domanda del metallo e, di conseguenza, i suoi prezzi;
  • Tecnologie concorrenti: l’avvento delle batterie agli ioni di litio ha determinato l’ingresso sul mercato di un forte concorrente per i produttori delle batterie a piombo-acido. Altre tecnologie sostitutive dei componenti a base di piombo stanno approcciando sul mercato energetico (e non solo), andando così a impattare sull’evoluzione delle richieste industriali di questo componente;
  • Preoccupazioni per la salute: negli anni si sono sollevate crescenti preoccupazioni per la salute, determinate dall’esposizione cronica al piombo, sostanza tossica per l’uomo. Ne è conseguita la rimozione di questo materiale da vernici, benzina, tubi dell’acqua potabile e altre applicazioni di tipo industriale, con un’attenzione costante su questo tema;
  • Prezzi dell’energia: la produzione primaria di piombo richiede grandi quantità di energia. Ne deriva che spesso le oscillazioni dei processi produttivi subiscono degli effetti proprio a causa dell’elettricità e del petrolio necessari per far funzionarie le strutture minerarie.

Come investire nel piombo?

È possibile investire nel piombo attraverso diversi strumenti finanziari come, ad esempio, gli ETF e i fondi comuni che al suo interno prendono posizione su questo materiale e sulle società minerarie che lo estraggono e lo lavorano. Si tratta certamente dello strumento più semplice per investire in questo prodotto, cercando di guadagnare sulle variazioni del prezzo.

Se invece vuoi investire nel piombo fisico, e vuoi sapere quali sono le quotazioni del piombo in tempo reale, puoi consultare alcune fonti come i siti internet:

  • specializzati nella compravendita di metalli;
  • economico finanziari come Il Sole 24 Ore o Milano Finanza;
  • di trading online, come le piattaforme dei broker.

Esistono inoltre operatori online che sono specializzati nella compravendita di piombo usato e che sul proprio propongono le quotazioni del piombo usato a cui sono disposti ad acquistare il materiale, di norma a partire da quantitativi ingenti (es. 50 kg).

PS: se ti interessa saperne di più sul mondo degli investimenti, leggi anche come comprare lingotti d’oro in Banca Unicredit!